Prendi sono il meglio dal tuo brand!

In logo è un elemento complesso, tanti elementi devono suonare in armonia per creare un logo che possa dare essere il meglio per la tua azienda. Qui vediamo insieme di quali parti è composto un logo e comprendere quante possibili strade si possono percorrere per creare un tuo stile.

Distinguiti sul social con un logo

Armonia ed equilibrio

Partiamo con il dire che un logo non è composto solo da un solo elemento, ma dalla sinergia e armonia di vari elementi, di solito almeno 2, che rendono un marchio memorabile. Quando si progetta un logo si parte con l’idea di equilibrare almeno 2 elementi all’interno del logo, ad esempio un segno grafico abbinato ad un colore predominante. Ma quali sono questi elementi che compongono un logo? Vediamoli insieme.

Pittogramma

Questo è l’elemento di disegno all’interno di un logo e può essere di svariate forme e dimensioni. Si passa da un disegno con molti elementi ad uno molto stilizzato composto da un unico segno. I loghi che funzionano di più sono quelli di tipo stilizzati. Sono anche i più complessi da progettare perché richiede uno sforzo creativo e la creazione di diversi modelli che andranno successivamente studiati per valutare quali sono i loro punti di forza. Insomma, è un lavoro che richiede tempo ma porta ottimi risultati.

Logotipo

Questa è la parte testuale di un logo. Per fare un esempio, Coca-Cola è un famoso logotipo. Questo elemento è molto importante definire un proprio stile. Ne esistono di vari tipi: gotico, corsivo, astratto, elegante e moderno. Molto spesso viene affiancato ad un colore predominante che lo fa risaltare. Ad esempio Facebook utilizza la parte testuale di colore bianco, posto su uno sfondo blu lo fa risaltare.

Payoff = Slogan

Questo è un secondo elemento testuale che solitamente si posiziona sotto al logotipo e rappresenta il motto dell’azienda, dell’attività o del professionista. Gli slogan che funzionano meglio sono solitamente quelli molto corti, composti da 3 / 4 parole. In alcuni casi viene usato anche per specificare la professione o l’ambito di lavoro, ad esempio un libero professionista che offre servizi di consulenza potrebbe inserire nello slogan la sua professione.

Uno per tutti, tutti per uno

La composizione di questi elementi crea quella che viene definito LOGO. Tuttavia questi elementi non devono essere assoluti. Esistono nella storia esempi di loghi che contengono solo un elemento. Per fare degli esempi, loghi con soli Pittogrammi troviamo: Apple, ENI o Superman (sì anche quello è un logo!).